Xen: installare un guest paravirtualizzato CentOS 6 in host Debian 6
September 25, 2012 — 17:12

Author: f0ff0 | Category: SysAdmin | Tags: , , , , , | Comments: 0

Per installare un XEN guest CentOS 6 paravirtualizzato su una macchina fisica Debian 6, in questo periodo storico non c’è ancora una procedura documentata e supportata al 100%.
Tuttavia, con qualche semplice passo è possibile ottenere il risultato. Ecco come installare un guest CentOS con il tool xen-tools.

Aggiungere i repo di testing di Debian

Prima cosa, attiviamo i repo di testing di Debian. Debian 6 ha una versione di xen-tools che non prevede la creazione di immagini di macchine virtuali CentOS con il metodo rinse.
Aggiungere i seguenti repo:

deb http://ftp.it.debian.org/debian/ testing main contrib non-free
deb-src http://ftp.it.debian.org/debian/ testing main contrib non-free

Installare il tool xen-tools

Lanciare il seguente comando per aggiornare il pacchetto xen-tools alla versione 4.3.1 che su Debian supporta nativamente la creazione di macchine paravirtualizzate CentOS

aptitude update
aptitude install xen-tools

Configurazione Rinse

Editare il file /etc/rinse/centos-6.packages e controllare che siano presenti i seguenti pacchetti che rinse installerà:

plymouth-core-libs
libuuid
plymouth
libblkid
passwd
libuser

Creazione guest CentOS 6 paravirtualizzato

Eseguiamo adesso il seguente comando per creare un guest CentOS paravirtualizzato nella nostra installazione Debian 6.

xen-create-image –hostname dir01.xsep.net –ip 10.34.33.111 –install-method=rinse –dist centos-6 –mirror=http://mi.mirror.garr.it/mirrors/CentOS/6.3/os/x86_64/

Questo passaggio potrebbe richiedere una minima conoscenza del tool xen-create-image e della preparazione anteriore del tool xen-tools.
Sostituire –hostname –ip con l’fqdn del futuro guest XEN.

Post Installazione

Una volta ultimata l’installazione della macchina virtuale CentOS, accenderla (xm create -c dir01.xsep.net.cfg) ed installare i seguenti pacchetti (opzionale).

aptitude install openssh-server vim

Commentare in seguito i repo di testing (se sono stati aggiunti con una procedura poco ortodossa come fatto in precedenza).

Note

Nella mia configurazione di test, ho riscontrato un problema risolvibile con le eth della macchina virtuale (bridge su dummy per la parte privata). In sostanza al primo avvio non sono state alzate correttamente. Lanciare se necessario il comando ifconfig eth[0,1,2..] up prima di iniziare ad installare i pacchetti aggiuntivi.

Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*